Antico E' - Pavimenti in legno antico e nuovo
  • Legni antichi di recupero

Legno antico di recupero

Legno antico di recupero

Legno antico di recupero, cosa significa? Il legno è un materiale vivo che si adatta nel tempo alle condizioni e situazioni, è un materiale pregiato e se antico porta con sé memorie del tempo trascorso.

Il Legno antico con le sue venature, i colori e le sue caratteristiche uniche è in grado di evocare ricordi e suscitare emozioni come solo le cose autentiche e di qualità riescono a fare.

Legno antico di recupero si o no?

Il legno antico di recupero non risulta meno resistente o duraturo del legno nuovo. Dovete sapere che il legno antico viene opportunamente pulito, schiodato, levigato e preparato per essere nuovamente utilizzato. Le caratteristiche rimangono dunque invariate rispetto ad un’essenza nuova.

Due cose sole differenziano il legno antico dal nuovo: l’età e la provenienza.
Per Antico È sono il valore aggiunto per tutte le essenze di recupero che lavora. Non ci stancheremo mai di ripetere che un pavimento in legno antico porta con sè un bagaglio di storia che un’essenza nuova non potrebbe mai avere.

Il recupero del materiale, nel nostro caso il legno, contribuisce alla sostenibilità delle nostre risorse naturali. Se scegli un pavimento in legno antico aiuti la tutela e salvaguardia delle nostre Foreste.

Essenze di recupero

Qual'è il legno antico di recupero?

Pavimenti in lgno e parquet

Ti chiederai: quali sono le essenze di legno antico che possiamo recuperare?
Per Antico È le principali essenze sono: abete, larice, rovere, olmo e pioppo... anche l’acacia indiana, però risulta più difficile da reperire e più costosa.

Diverse per caratteristiche e colore, come per il legno nuovo, si deve scegliere la giusta essenza a seconda della sua destinazione.
L’abete antico, ad esempio, rispetto al rovere antico risulta più malleabile e facile da lavorare, ideale per rivestimenti e travature, se usato sotto forma di asse.
Oppure il larice antico, più pregiato dell’abete, ma della stessa famiglia, più adatto per componenti d’arredo, tavoli, cassettoni, ecc...
Se volete invece un parquet antico le essenze migliori sono il noce antico ed il rovere antico, più resistenti al calpestio e agli urti.

Ma attenzione, ciò non vuol dire che le altre essenze non si possano utilizzare, vogliamo solamente consigliarti di valutare tutte le caratteristiche fisiche del legno, che unite al vostro gusto personale vi darà modo di valorizzare ambiente e materiale. Soprattutto, fatti consigliare da chi il legno lo conosce davvero bene!

Come recupero il legno antico?

Un’altra cosa importante, oltre al tipo di essenza, è conoscere la provenienza del legno antico che si desidera utilizzare. Il nostro legno antico di recupero ad esempio proviene da masi, stavoli, fienili e case di campagna, botti e travature, in alcuni casi anche da castelli, barche, pontili e briccole veneziane.

Se conosciamo la sua provenienza, sappiamo anche quali saranno le lavorazioni ed i trattamenti necessari per poter poterlo riportare al suo splendore iniziale.

L’iter di recupero del legno antico, è un percorso che ci porta a svelare poco alla volta la vera veste del nostro legno. Come per il legno nuovo ogni tronco, asse, trave sebbene della medesima essenza sarà diverso per venature e nodi.

Il suo restauro riporta alla luce tutti i segni del tempo di ciascuna parte del nostro legno, che poi andremo a valorizzare e raccontare, posando, se pavimento antico o costruendo un componente d’arredo se così destinato.

Con Antico È i ricordi scritti sul legno antico si fondono con innovazione e design, continuando così a raccontare la loro storia.

Legno antico per pavimenti